Job Hospitality

Cerca Offro lavoro nel mondo del turismo.

SCOPRI COME QUANDO UN CAMERIERE PUO’ ROVINARE TUTTO!

In questo articolo voglio raccontarti di come un cameriere non professionista, può cambiare il destino del tuo locale.

Voglio semplicemente condividere con te una recensione che ho letto sul portale TRIPADVISOR di un locale in Italia. Per professionalità e privacy non faccio nomi.

 

===============================================

“Ecco la recensione”

Ristorante piacevole, pieno, stile classico e caldo. Cucina buona, piatti ben presentati, prezzo corretto. Ecco il punto negativo, per me: il cameriere.

Il cameriere/maitre, arrogante, saccente, poco paziente nel ricevere le scelte dei clienti. Al ristorante non abbiamo trovato un menu, elenca i piatti e attende impaziente la scelta.

Si propone con sufficienza, mentre è molto gradevole con i clienti abituali del locale.

Ha portato un primo piatto non chiesto, si è esibito in un rimprovero gratuito in sala, nei confronti di un giovane cameriere, (tipo stagista scuola alberghiera), dal quale potrebbe invece attingere l’educazione ed insegnare la professionalità. (Qualora lo fosse anche lui in primis).

Insomma, un vero e proprio disastro.

 

RISTORANTE SI, LUI NO!

===============================================

 

Mi auguro tu,(azienda) non abbia del personale del genere. Riflettiamo insieme su un punto fondamentale per la tua struttura.

I tuoi camerieri rappresentano per conto del tuo locale e con la loro professionalità, con i loro modi di fare e di esprimersi, aiutano a costruire (o a distruggere) la tua rispettabilità, la tua filosofia, la tua visione nonché la tua missione.

I tuoi clienti attribuiscono al locale, le sensazioni che gli trasmetterà il tuo cameriere.

 

[DOMANDA?] Sei sicuro che il tuo personale sia lo specchio di come vorresti che fosse rappresentato il tuo ristorante?

 

I casi sono 2:

  • 1)  hai assunto un maleducato/a o una persona non adeguata (competenze ed abilità) al lavoro proposto;
  • 2) tutto sommato è un buon cameriere (non professionista) ma potrebbe fare di meglio.

 

Nel primo caso ti consiglio di interrompere il rapporto di lavoro, ma nel secondo caso ti garantisco che la sua mediocrità dipende da te e le sue scelte.

 

Le soluzioni ci sono, quindi non hai scuse.

 

Posso dirti che nel mercato ci sono lavoratori validi, quindi la colpa è soltanto tua.

 

Puoi assumere persone già formate e professionali, strappandole dalla concorrenza facendogli un’offerta irrinunciabile. In questo caso risparmierai molto di  più di quanto pensassi anche se ti costa leggermente in più al mese.

 

Voglio ricordarti un aneddoto molto famoso: “Se credi che un professionista ti costi troppo, è perché non hai idea ti quanto ti costerà alla fine un incompetente”.

 

Te ne voglio ricordare un altro ancora: “Tratta bene il tuo personale (facendoli crescere a livello professionale, investendo il miglior tempo con loro), vedrai che anche loro faranno la stessa cosa con i tuoi clienti”.

 

In conclusione voglio dirti che esiste ancora un’altra soluzione.

Se non sei formato per la gestione delle risorse umane e non hai capito la sua importanza, in questo caso vi potete formare entrambi, tu (azienda) e il tuo staff.

 

Come? Con dei corsi di alta specializzazione inerenti alla formazione e gestione del personale della ristorazione, questo investimento ti ripagherà non solo per la crescita su te stesso (azienda) ma anche come obiettivi del tuo locale.

Condividi sui social