Job Hospitality

Cerca Offro lavoro nel mondo del turismo.

TROVARE PERSONE O PEZZI DI RICAMBIO?

Come sappiamo tutti, negli ultimi anni si fa sempre più fatica a trovare personale in tutti i settori. Diciamo che i fattori possono essere tanti sia da parte di chi lavora sia da parte di chi assume. Proprio per questo bisogna trovare il giusto equilibrio motivando ambedue le parti a collaborare, vedere la stessa direzione, lavorare per obiettivi comuni ma soprattutto fare in modo che insieme si vince, insieme si arriva alla meta, non da soli.

Nella maggior parte dei casi bisogna considerare che quando si effettua la ricerca di una nuova figura all’interno dell’azienda, spesso capita di vedere che già dall’inserzione di un annuncio dei diversi portali, si evidenzia che si sta cercando un “pezzo di ricambio” e non una persona. Il compito del “RECRUITER” è di cercare un vero socio all’azienda, qualcuno che voglia collaborare per i reali interessi e che abbia la capacità di modificare in meglio la realtà aziendale in cui viene inserito.

Come già spiegato negli altri articoli di questo blog, la fase della ricerca e selezione è molto importante e non deve mai essere sottovalutata soprattutto se l’azienda è in forte espansione. Oggi parecchie aziende effettuano questo processo solo quando sono in difficoltà oppure hanno 30-60 giorni di tempo che “DEVONO” assolutamente sostituire quella persona.

Chi si trova in questa situazione, mi dispiace comunicarvi che siete nella strada sbagliata. La ricerca e selezione deve essere un lavoro continuo sia nel ricercare nuove figure professionali sia nel formare e far crescere anche le persone che si sono già in azienda dando valore a chi si sta già impegnando al massimo.

Se assumiamo solo persone che devono eseguire soltanto il loro mansionario, rispettare gli orari, dare loro la condizione prevista da C.C.N.L. o se non stimoliamo loro a mettere personalità in tutto ciò che fanno, alla fine ci ritroveremo ad avere un esercito di soldatini che alla prima occasione migliore sia in termini di lavoro sia in termini di condizione, ci lasceranno.

Lo stop più importante da superare quando si avvia una selezione è la definizione esatta del ruolo e delle mansioni della figura ricercata, nonché un’offerta tangibile e intangibile che l’azienda possa fare al proprio collaboratore.

Per offerta tangibile, si indica tutti gli aspetti concreti e misurabili che un’azienda possa offrire al collaboratore in cambio del proprio lavoro, come ad esempio il tipo di contratto, lo stipendio, gli incentivi economici aziendali, eventuali provvigioni, benefits, buoni pasto ecc.

Per offerta intangibile s’intende invece l’insieme di tutti quegli aspetti non misurabili che un’azienda offre al proprio collaboratore come ambiente di lavoro amichevole, formazione tecnica e personale, flessibilità, possibilità di creare percorsi o progetti in autonomia nella rete aziendale.

Entrambe le tipologie di offerta concorrono a creare un’offerta unica di valore che un’azienda dovrebbe fare a un suo potenziale futuro collaboratore.

Oggi le persone da inserire devono essere viste come risorse, investimento e non come pezzi di ricambio. Insomma, le persone devono lavorare con azienda e non per l’azienda.