Job Hospitality

Cerca Offro lavoro nel mondo del turismo.

Il viral marketing

VIRAL MARKETING


“… Il marketing virale è un tipo di marketing non convenzionale che sfrutta la capacità comunicativa di pochi soggetti interessati per trasmettere un messaggio a un numero elevato di utenti fnali. La modalità di diffusione del messaggio segue un proflo tipico che presenta un andamento esponenziale. È un’evoluzione del passaparola, ma se ne distingue per il fatto di avere un’intenzione volontaria da parte dei promotori della campagna.

Defnizione di Wikipedia


Il principio del viral marketing ha lo stesso principio di un virus: se un’idea è interessante, ecco che si spande molto più velocemente, grazie al passaparola. Solo che questo tipo di passaparola è molto più veloce in Rete, che con altri mezzi.


In genere, il termine è riferito agli utenti della rete che, più o meno volontariamente, suggeriscono o raccomandano l’utilizzo di un determinato servizio (per esempio, per la scelta di un indirizzo e-mail). Ultimamente, questa tecnica promozionale si sta diffondendo anche per prodotti non strettamente connessi a Internet: veicolo del messaggio resta comunque la comunità in rete, che può comunicare in maniera chiara, veloce e gratuita.


Un esempio di marketing virale in rete sono le e-mail contenenti storie divertenti, giochi online, siti web curiosi, che nel giro di pochi giorni possono attrarre milioni di visitatori. Vengono defniti
internet meme (Internet phenomenon), che hanno un picco di visite in un periodo determinato, per poi veder calare la propria attrattiva. Tra i “fenomeni” recenti della rete, si può citare il sito The Million Dollar Homepage di
Alex Tew, uno studente inglese che, per pagarsi gli studi universitari, ha avuto l’idea di vendere un milione di pixel a un dollaro ciascuno, o il caso del flm Cloverfeld. Naturalmente le stesse tecniche si possono applicare per la promozione di piatti particolari (registrando dei video e condividendoli), o delle tecniche.

Tratto da